Cerimonia in onore dei soldati caduti in combattimento nella Campagna di Liberazione d’Italia, durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944 e nel 1945.

 PISTOIA - Il 2 novembre 2017, presso il Monumento Votivo Militare Brasiliano a Pistoia, si è svolta la cerimonia commemorativa dei soldati caduti in combattimento nella Campagnadi Liberazione d’Italia durante la Seconda Guerra Mondiale, nel 1944 e nel 1945.

Ha partecipato all'evento una delegazione composta da dieci parlamentari brasiliani, guidati dal Deputato Federale Rodrigo Maia, Presidente della Camera dei Deputati del Brasile. La cerimonia è stata presieduta dall'Ambasciatore brasiliano in Italia, Antonio de Aguiar Patriota.

Anche numerosi leader politici italiani partecipato alla cerimonia, in particolare i sindaci delle città in cui la Forza di Spedizione Brasiliana (FEB) ha combattuto e i Presidenti delle regioni Toscana ed Emilia-Romagna, cariche equivalenti a quella di Governatore degli stati brasiliani.

Il cerimoniale militare è stato eseguito da una Compagnia del 183° Reggimento Paracadutisti Italiani "Nembo", alla quale è stato consegnato il Diploma Amico dell’Aditância do Exército in Italia. La cerimonia è stata resa ancor più suggestiva con la partecipazione dei membri del gruppo "Fratelli sulla Montagna" che, in uniforme d'epoca rappresentavano i "pracinhas" della FEB, e di quella di Associazioni Nazionali di Resistenza al giogo Nazifascista: "Partigiani"; "Giustizia e Libertà"; "Alpini Pistoia e Montale"; "Linea Gotica"; e "Bersaglieri italiani".

Nel corso della cerimonia l'Addetto Militare Brasiliano in Italia ha letto il messaggio del Comandante dell'Esercito allusivo alla data. Il Deputato Rodrigo Maia, nel suo discorso, ha sottolineato l'eroismo, il coraggio e il disimpegno dei "pracinhas" brasiliani durante la Seconda Guerra Mondiale. Nella sua allocuzione, l'Ambasciatore Patriota ha ricordato la solidarietà e la civiltà dei soldati brasiliani in favore della libertà e della democrazia nel mondo.

A dimostrazione della gratitudine del popolo italiano per i "pracinhas" e onorare la memoria e la tenacia dei militari che sfidarono le difficoltà dei combattimenti in Italia, evidenziando così la capacità di resistenza del popolo brasiliano, il Signor Mario Pereira, custode del Monumento Votivo di Pistoia, e il Signor Giovanni Sulla, Presidente del Gruppo Storico "Fratelli sulla Montagna", hanno consegnato alla Camera dei Deputati del Brasile degli omaggi a ricordo dell’evento.

Mons. Fausto Tardelli, Vescovo della Diocesi di Pistoia, ha celebrato una messa in suffragio dei militari brasiliani caduti durante la Seconda Guerra Mondiale.