Editoriale per il lancio della pagina web

 Informativo AdiEx Itália

Guardiani del tempo, della storia, dei valori…

 

Gli eventi echeggiano per lungo tempo nella memoria degli uomini. Le grandi gesta militari sono ricordate per le decisioni prese da un leader o per lo sforzo collettivo di soldati che implicò il sacrificio supremo di donare la vita, immolandosi, ignorando che targhe e monumenti li hanno resi eroi per l’eternità.

Quanti sopravvissero alla 2ª Guerra Mondiale non scordarono quei momenti tanto tristi per la storia dell’umanità e lasciarono la propria testimonianza come monito per le generazioni future dell’alto costo, per i popoli, a causa dei conflitti armati.

Alcuni, più di altri, mobilitarono il proprio sforzo e dedizione per mantenere vivo il culto della memoria di quei momenti e per i quali divennero eroi, i nostri eroi brasiliani in Italia.

L’Ufficio dell’Addetto Militare in Italia si è assunto la responsabilità primaria di seguire ed onorare la memoria della partecipazione della Forza di Spedizione Brasiliana (FEB) in Italia. È anche riconoscente ai molteplici italiani e brasiliani che scegliendo di dedicarsi alla sua memoria in modo incondizionato, vuoi perché vissero la guerra in prima persona o, perché ne hanno sentito parlare dai propri avi, lo fanno grati per lo spirito fraterno, rispettoso e umano che rappresentò, in generale, la condotta dei militari brasiliani verso gli italiani sfortunati che patirono gli orrori derivanti dal vivere nelle zone di combattimento percorse dalla FEB.

I custodi della FEB sono quelle persone che fanno loro, con solenne rispetto dei valori, i ricordi e le storie di gloria ed amicizia tra il popolo italiano e quello brasiliano, segnalati si dai vari monumenti, ma che questi al contrario di loro non possono raccontare con emozione il motivo della loro collocazione in quei specifici luoghi.

Agli italiani che hanno scelto di preservare la memoria della FEB nella Campagna d’Italia, il governo brasiliano, rappresentato dall’Esercito Brasiliano e dalla Forza Aerea Brasiliana, registra, con rispetto, la propria gratitudine per la dedizione disinteressata nella valorizzazione delle gesta d’arme dei nostri soldati nella 2ª Guerra Mondiale.

Le pagine del tempo, nel libro di storia dei due popoli che narrano di quei momenti, dei combattimenti, della fame, dell’insicurezza e dell’incertezza sono state scritte e a piè di pagina restano annotate i più bei racconti di solidarietà e di amicizia che solo scenari e momenti di grande sofferenza e angustia possono forgiare, dando vita ad un messaggio propagatosi nel tempo, sino ad oggi, con la cronaca ed i ricordi del passaggio della FEB tra i bei paesaggi della Toscana, degli Appennini e dell’Emilia-Romagna.

Oggi, ciò che porta la presenza di tante persone nelle cerimonie dedicate alla FEB non è la narrazione delle gesta militari, del coraggio e dell’eroismo dei soldati brasiliani nel vincere tutte quelle battaglie, ma, è il rispetto al comportamento civile, cristiano ed amico, frutto della più pura espressione dell’indole brasiliana di fede e bontà verso gli altri che i “Pracinhas” sempre considerarono come fratelli.

Tra tutti i custodi che vegliarono la memoria della FEB, è il sottufficiale MIGUEL PEREIRA, uno dei combattenti brasiliani, colui che, con l’esperienza vissuta tra i campi di battaglia d’Italia, rappresenta al meglio il segno ed i legami nati tra i brasiliani e gli italiani. La guerra portò quei ragazzi all’estremo delle emozioni umane. Il conforto della fede, il profondo rispetto per i morti in battaglia ed il disegno del cuore furono, forse, il propulsore che lo portarono a dedicarsi in questo modo al Cimitero Militare Brasiliano a Pistoia, a trasformarlo in quello che oggi è quel bellissimo Monumento in memoria dei nostri eroi.

Tutti i brasiliani che conoscono questi luoghi e gli altri siti storici della FEB, o coloro che li conosceranno, siano certi che la dedizione di alcuni “custodi” mantiene accesa, nei cuori e nelle menti delle generazioni attuali, la fiamma dei valori della Forza di Spedizione e del 1º Gruppo di Caccia esaltando la nostra nazionalità e rendendoci orgogliosi dei nostri coraggiosi “Pracinhas”.

Con una lunga preparazione e tanto impegno, presentiamo la pagina web dedicata alle gesta della FEB in Italia ma che, al contempo, da risalto alle imprese di brasiliani e italiani come un tributo ai nostri eroi e ai loro custodi, affinché la storia e i meriti che non devono essere dimenticati… si divulghi e si propaghi il più lontano possibile, nella distanza e nel tempo, nei cuori e nelle menti.

Col. João Denison Maia Correia

 Addetto Militare del Brasile in Italia

 

Idioma

Vai all'inizio della pagina
JSN Boot template designed by JoomlaShine.com